L’ Artista Résonnance

 

La figura professionale dell’ARTISTA Résonnance si richiama alla norma dettata dalla Legge 4/2013 che “in attuazione dell’art. 117 della Costituzione italiana, e nel rispetto dei principi dell’Unione Europe in materia di concorrenza e di libertà di circolazione, disciplina le professioni non organizzate in ordini o collegi.” Con ciò “si intende l’attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale (…)”.
Nei suoi venti anni di attività, Rèsonnance ha formato generazioni di musicisti, nel segno di una preparazione musicale che trascendesse la mera abilità esecutiva e la competenza tecnica e includesse la capacità di creare, mediante la musica colta, un’empatia con gli altri uomini e, in particolare, con quelli che la vita ha posto in condizioni di disagio, sociale o fisico, impedendo loro di poter godere dei benefici della  musica. Così, da venti anni, i musicisti Résonnance realizzano il programma “Portare la musica la dove non arriva”, organizzando concerti di solidarietà nelle carceri, negli ospedali, nelle case di riposo: in tutti i luoghi in cui altri uomini soffrono e sono, spesso, dimenticati. Le esigenze di conforto e di prossimità emotiva, di condivisione sono molto forti nell’animo dell’uomo e la musica è uno strumento fondamentale per entrare in contatto con noi stessi e, quindi, con il prossimo.
Grazie ad un programma di perfezionamento costante, gli Artisti Résonnance hanno maturato una grande esperienza, che si articola in quattro discipline:
 1)    la fenomenologia del suono e del gesto, secondo il particolare Metodo Résonnance
 2)    la capacità di sostenere interi concerti presso le strutture in cui la musica non arriva (carceri, ospedali, ospizi) entrando in una forte empatia emotiva con i soggetti disagiati.
 3)    La competenza nell’aprire una Filiale Résonnance nel mondo, con attenzione alle capacità gestionali ed al fund raising;
 4)    La capacità di comunicare efficacemente, con gli allievi, con i colleghi, con gli utenti finali dell’azione intrapresa.
Questo ampio profilo professionale fa dell’Artista Résonnance, un musicista per molti versi differente, innovativo, arricchito rispetto ad un esecutore che si dedichi, con profitto e fama, alla sola perfezione esecutiva. L’artista Résonnance è sensibile alla situazione sociale: l'impoverimento generalizzato, la penuria crescente dei posti di lavoro, la concentrazione delle ricchezze in ambiti sociali sempre più ristretti, l'allungamento della vita e la solitudine in cui versano alcuni strati deboli della cittadinanza sono riscontri comuni più nelle grandi città, ma ora anche negli agglomerati minori e necessitano, pertanto, di interventi mirati a curare tutti gli aspetti che riguardano la persona umana.
Résonnance ha l'esperienza e la competenza per aiutare ogni artista che ne condivida l'importanza ad adottare comportamenti ed espressioni artistiche adeguate che siano dedicati, anche in piccola parte, alla cura di chi si trovi a qualsiasi titolo in condizioni di difficoltà.
L’articolato corso di studi che porta il musicista a diventare un Artista Résonnance, si compone di lezioni frontali, di studio secondo le indicazioni offerte durante le lezioni, di attività concertistica nelle strutture con le quali Résonnance collabora.
La Formazione dell’Artista Résonnance è dedicata ai musicisti, in possesso dei requisiti richiesti, e da luogo ad un titolo che sussegue al superamento della prova finale.
Résonnance offre formazione e approfondimento, musicale ed umano, ma rifugge dalla competitività nell’apprendimento ed è improntata alla gratuità dei suoi comportamenti.
Gli Artisti Résonnance, così come gli organi statutari e tutti coloro i quali collaborino a qualsiasi titolo con l’associazione, sono tenuti ad informare i loro comportamenti al Codice Deontologico dell’Artista Résonnance ed ai principi cui Résonnance si ispira.

© Copyright 2018 Studio Mariotti. All Rights Reserved.

Search

Privacy Policy