DICHIARAZIONE DI PRINCIPI

 
1.PREMESSA
L’associazione Rèsonnance Italia ha predisposto, in armonia con le linee di azione politica della Fondazione madre, la Fondatiòn Résonnance di diritto elvetico, la presente Dichiarazione di Principi, nell’ottica di improntare i comportamenti e le azioni che devono governare l’attività di ogni componente dell’Associazione Résonnance Italia e di chi entri in relazione con Résonnance. L’applicazione di tali principi costituisce una condizione indefettibile di appartenenza all’Associazione Résonnance Italia, in uno con i principi dettati dallo Statuto dell’Associazione e dallo Statuto della Fondatiòn Résonnance.
Il presente documento integra quanto non è esplicitato nello Statuto dell’Associazione.

2. DESTINATARI
Sono destinatari della presente dichiarazione, e tenuti ad osservarne i principi:
    .    a)  Gli organi statutari 

    .    b)  I dipendenti 

    .    c)  I collaboratori, anche occasionali, della Associazione Résonnance Italia. 

    .    d)  I destinatari di contributi, delle attività e dei concerti dell’Associazione Résonnance Italia, 

nonché tutti i portatori di interesse nei confronti di Résonnance.

3. PRINCIPI ETICI DI RÈSONNANCE
I principi di comportamento elencati qui di seguito sono i fondamenti dai quali ogni collaboratori di Résonnance non può prescindere, al fine di operare con passione, entusiasmo e in modo positivo.
I principi cui Résonnance impronta la sua politica sono:
a. LIBERTÀ DI PENSIERO, AZIONE, CREDENZE E STILI DI VITA
Chiunque operi in Résonnance è rispettato integralmente per il proprio modo di essere, quando rispettoso della altrui libertà.
b. RISPETTO DELLA PERSONA E DEI SUOI INALIENABILI DIRITTI
La realizzazione delle attività di Rèsonnance non può prescindere dallo sviluppo professionale ed individuale di ciascuno, Per questo è necessario che ciascuno operi in coerenza, trasparenza e responsabilità, privilegiando il lavoro in equipe ed esprimendo la propria personalità. Il rispetto integrale della persona, in tutte le sue manifestazioni, è irrinunciabile pratica di Résonnance,. Résonnance considera la diversità un punto di forza ed una ricchezza.
c. GRATUITÀ DELL’INSEGNAMENTO
Gli insegnamenti vengono dispensati nello spirito della più completa gratuità.
d. ASSENZA DI COMPETITIVITÀ NELL’APPRENDIMENTO
La formazione avviene nel rispetto delle specificità di ciascuna persona, di ciascun artista. Ciascuno apprende quello può, senza alcuno spirito di competizione tra allievi o tra docenti.
e. ONESTÀ, INTEGRITÀ E LEALTÀ
Il rispetto dell’onestà e delle leggi sono la base per costruire la nostra attività professionale, nei confronti dei collabori e delle persone, associazioni, società, istituzioni con cui Résonnance si rapporta.
La dedizione al lavoro ed alla attività artistica non deve mai perseguire interessi esclusivamente personali e deve essere comunque frutto degli obiettivi comuni di Résonnance.
Résonnance esige rettitudine e correttezza nei rapporti tre tutti coloro operino al suo interno, nonché con associati o esterni con cui, per ragione dell’attività, Résonnance entri in relazione.
La correttezza degli atti di Résonnance e dei suoi dirigenti e collaboratori è principio fondante dell’Associazione.
f. RISPETTO DELL’AMBIENTE
Résonnance promuove attivamente la protezione dell’ambiente, facendo un uso razionale dell’energia e delle materie prime, curando la raccolta differenziata e sensibilizzando i propri collaboratori sulle tematiche dell’ambiente.
g. TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUL LAVORO
Résonnance definisce una politica per assicurare la migliore protezione possibile della salute, la sicurezza degli ambienti di studio e lavoro e la prevenzione da tute le forme di rischio, nell’ottica di un continuo miglioramento.
h. TRASPARENZA AMMINISTRATIVA
Le attività di Résonnance Italia vengono pianificate nel rispetto dei principi di trasparenza contabile ed amministrativa.
Consiglio Direttivo, Direttore generale e dirigenti, dipendenti, collaboratori, associati dovranno attenersi a questi principi, nell’esercizio delle loro funzioni in Résonnance.

4. FORMAZIONE CONTINUA
L’Associazione Résonnance Italia fonda i propri principi etici sul miglioramento continuo delle condizioni di sicurezza e di salute negli ambienti di studio e lavoro nonché sull’attività didattica.
 
5. RISPETTO DELLA LEGALITÀ E RAPPORTI COI FORNITORI

Résonnance applica leggi, regolamenti e norme vigenti con scrupolo e spirito costruttivo, al fine di raggiungere gli obiettivi statutari.
Rèsonnance dispone i mezzi e le risorse necessarie alla formazione e all’addestramento dei propri collaboratori in merito alle prescrizioni di legge.
La stipula di un accordo con un fornitore deve sempre basarsi su rapporti di correttezza.
La scelta dei fornitori e l’acquisto dei beni e servizi sono effettuati in base a valutazioni obiettive circa competitività, qualità, possesso di requisiti tecnico/professionali, economicità, integrità, affidabilità e moralità del fornitore stesso. La scelta di appaltatori e prestatori d’opera deve essere attentamente valutata, al fine di garantire tutti gli adempimenti richiesti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, con particolare riferimento alle attività di coordinamento.

6. RAPPORTI CON I BENEFICIARI
I rapporti con studenti e beneficiari delle azioni di Résonnance sono improntati a fiducia, soddisfazione, responsabilità.
7. TRASPARENZA E TUTELA DELLE INFORMAZIONI ASSOCIATIVE
Le attività di Résonnance sono improntate alla massima trasparenza, sicché ogni azione e decisione possa essere documentata e giustificata.
Résonnance pone massima cura nell’assicurare la riservatezza delle informazioni in proprio possesso, acquisendo, a’ sensi della normativa vigente, espressa e consapevole autorizzazione all’acquisizione, utilizzo e conservazione dei dati riservati necessari per lo svolgimento delle finalità istituzionali e per le proprie esigenze lavorative.
È fatto obbligo a chiunque in Résonnance di trattare i dati personali secondo quanto previsto dalla legge.
Ciascuno in Résonnance è tenuto alla riservatezza.

8. TUTELA DEI BENI DELLA FONDAZIONE E DELL’ASSOCIAZIONE
I beni di Rèsonnance Italia, nonché della Fondatiòn Résonnance, materiali od immateriali, devono sempre essere tutelati con diligenza e comportamenti responsabili. Il loro utilizzo deve essere compiuto secondo le regole dello Statuto e documentato.
In dettaglio, ciascuno deve utilizzare i beni comuni con scrupolo, evitando ogni fine personale, e con parsimonia.
L’ordinaria diligenza va usata per vitare danni e pregiudizi ai beni comuni.
Sono da evitarsi gli usi impropri delle attrezzature informatiche, visitando siti indecorosi, offesivi e comunque estranei all’attività.
9. VIOLAZIONI DEI PRINCIPI E SANZIONI
I principi enucleati nella presente Dichiarazione costituiscono uno degli elementi fondanti di Résonnance.
La Direzione generale deve curare costantemente la conformità dei comportamenti a quanto qui indicato e, se necessario, realizzare specifici programmi di verifica.
È cura dei dirigenti far conoscere a chiunque entri in contatto con Résonnance la presente Dichiarazione.
Chiunque ravvisi una violazione di uno dei principi qui contenuti può adire il Consiglio Direttivo e richiedere, con esposto motivato del fatto, l’intervento sanzionatore o risolutore del Consiglio.
10. ATTUAZIONE DEI PRINCIPI DELLA DICHIARAZIONE
La presente Dichiarazione è pubblicata sul sito internet di Résonnance Italia, affissa nella bacheca sociale, consegnata e fatta conoscere a tutti i collaboratori e fornitori.

© Copyright 2018 Studio Mariotti. All Rights Reserved.

Search

Privacy Policy